L’area di stoccaggio presso Marina Palmense è stata dismessa e ripristinata a fine novembre 2009 ed oggi appare come nella foto a destra.
Il ripascimento dei litorali marchigiani in erosione e la realizzazione di tutte le opere ad esso connesse si sono conclusi con successo il 3 aprile 2010.

La società consortile che ha realizzato il lavoro (Lavori Costieri scarl. ) che ha utilizzato la sabbia di Arenaria, ha sversato sul litorale marchigiano più di 400.000 di sabbie, così ripartiti:

Sito Volume (m3)
Civitanova  73.000
Fermo  88.000
Pedaso  15.000
Campofilone  34.000
Massinano  100.000
Cupra Marittima  57.000
Grottammare  74.000

portando a termine l’operazione dall’alto profilo ambientale di movimentazione e stoccaggio delle sabbie relitte depositate a Marina Palmense.

arenariaex area di stoccaggio arenaria – marzo 2010

Italiano

Questo sito utilizza cookies tecnici e analytics, anche di terze parti, per capire in che modo generalmente le persone utilizzano il nostro sito e garantirti un servizio migliore nella navigazione. Se chiudi questo banner o prosegui con la navigazione cliccando un elemento della pagina ne accetti l'utilizzo. Per maggiori informazioni su come modificare il consenso e le impostazioni dei browser supportati leggi la nostra Policy Cookie maggiori info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi